RASSEGNA STAMPA 26/05/2017

UROLOGIA CONVENZIONATA: SPECIALISTI A CONFRONTO SU UNA REALTÀ IN RAPIDA CRESCITA

I medici dell’associazione Urologi Ospedalità a gestione privata  fanno il punto sull’interazione con il servizio pubblico e su innovative tematiche cliniche: dalla radiodiagnostica, alla chirurgia robotica, all’immunoterapia per trattare i tumori

Milano, maggio 2017 Si terrà a Milano presso l’Università Statale, dal 29 al 31 maggio, la XII edizione del Congresso Nazionale UROP, associazione che riunisce gli urologi operanti nell’ospedalità a gestione privata. Si tratta di una categoria di professionisti che sta acquistando un peso sempre più preponderante nel panorama sanitario nazionale e regionale: in particolar modo in Lombardia, dove i ricoveri urologici negli IRCCS convenzionati, nel 2015, sono stati circa il triplo rispetto alle strutture pubbliche e la degenza media è stata minore, con il 66% in meno di degenze oltre il valore soglia rispetto agli IRCCS pubblici.

Proprio da questi dati prenderanno le mosse i primi interventi del Congresso, presieduto quest’anno dal Professor Luca Carmignani, Responsabile U.O. di Urologia presso l’IRCSS Policlinico San Donato di Milano e dal Professor Ottavio de Cobelli, Direttore della divisione Universitaria di Urologia presso Istituto Europeo di Oncologia  

Attraverso il confronto fra la situazione italiana e quella europea si prenderanno in esame le prospettive legate al mondo della sanità convenzionata e si farà il punto sulle possibilità d’interazione con la sanità pubblica e con le diverse società che riuniscono i professionisti del settore dell’Urologia: una disciplina che, ormai da tre decenni, è protagonista di una rapidissima evoluzione grazie all’avvento di strumenti e tecniche sempre più sofisticate.

<>>, commenta il Professor Rosario Leonardi, presidente UROP.

<simulazione d’interventi, relazioni condotte in maniera interattiva e tavole rotonde incentrate su temi delicati quanto importanti, come quella su “Sesso e Parole”, dedicata a come affrontare il tema della sessualità con i pazienti urologici>>, aggiungono il Professor Carmignani e il Professor de Cobelli, presidenti del congresso.

Durante i tre giorni di congresso ci si concentrerà, in particolare, sulla radiodiagnostica, e in particolare su metodiche quali la risonanza multi parametrica (mpMRI), la biopsia RM fusion o Rm guidata, la biopsia liquida e la PETGa68-PSMA, sempre più utilizzate per la diagnosi del tumore alla prostata; ma anche sulle più innovative strategie immunoterapiche per il trattamento delle neoplasie, e alla evoluzione delle ultime terapie farmacologiche rivolte a quello del tumore alla prostata.

Grande rilievo avranno gl’interventi centrati sui sempre più sofisticati strumenti tecnologici utilizzati per intervenire in maniera efficace e mininvasiva su diverse patologie: dalle tecniche di litotrissia per il trattamento della calcolosi urinaria, ai diversi laser che consentono di intervenire con successo sull’ipertrofia prostatica benigna, dalla terapia trimodale “bladder sparing” per i pazienti affetti da tumore alla vescica, alla sempre più diffusa chirurgia robotica.

ATTIVITÀ PIÙ RECENTI

/da In,

Le infezioni urinarie non complicate (IVUnc) del basso apparato urinario. (…oltre le Linee Guida)

Premessa sul tema dell’antibiotico resistenza.

Gli Antibiotici sono stati sicuramente una delle scoperte più importanti dell’uomo. Hanno reso possibile non solo lo sviluppo clinico ma anche sociale ed economico.

Purtroppo, oggi, la crescente resistenza agli antibiotici è diventata una minaccia per la salute pubblica in Europa e nel mondo. Solo 70 anni dopo la loro introduzione, siamo di fronte alla possibilità di un futuro senza antibiotici efficaci per diversi tipi di batteri che causano infezioni nell’uomo.

/da In

14° Congresso Nazionale UrOP: le comunicazioni premiate

In occasione del 14° Congresso Nazionale UrOP svoltosi ad Alberobello (BA) dal 6 all’8 Giugno le comunicazioni premiate sono state: “Detail” nella preservazione della funzione erettile postprostatectomia nerve sparing. Studio pilota di un nuovo ausilio elettronico per la valutazione del danno nervoso del Dr. Pier Andrea Della Camera; Stent ureterale doppio-J o catetere ureterale mono-J? La nostra esperienza del Dr. Giuseppe Di Paola; Randomized controlled study assessing the effect of the Airseal system during robotic assisted radical cystectomy with intracorporeal ileal conduit del Dr. Giorgio Pomara.

Il Dr. Della Camera, insieme al Dr.Giovanni Tasso e all’Ing. Matilde Lippi, ha realizzato ‘’Detail’’, un nuovo strumento da utilizzare negli interventi robotici di asportazione radicale di prostata che consentirà di favorire la ripresa dell’attività sessuale post intervento. Il Detail permette di calcolare in diretta, durante l’intervento, la quantità di energia scaricata dal bisturi, avvertendo l’operatore quando il danno alle strutture nervose, atte al processo di erezione, risulta essere inaccettabile e, nel caso, sacrificare la struttura nervosa al posto di continuare con un “inutile salvataggio”.

Continua ⇒

© Copyright - Urop