RASSEGNA STAMPA 30/10/2018
Fonte: ANSA | Corriere dell’economia

La terapia laser per l’ipertrofia della prostata: dall’ingegneria il miglior alleato dell’urologo

Presso l’Urologia della Clinica Zucchi di Monza, Centro affiliato UrOP (Urologi Ospedalità Gestione Privata), l’ultima generazione di laser per il trattamento dell’ipertrofia prostatica

L’aumento volumetrico della prostata si definisce “ipertrofia” e può provocare disturbi alla minzione come la necessità di svegliarsi di notte, la riduzione della pressione del getto urinario e la sensazione di non svuotare completamente la vescica al termine della minzione.

A differenza della chirurgia per curare il cancro, la chirurgia per l’ipertrofia prostatica non mette a rischio l’erezione né la continenza delle urine. Tuttavia gli interventi tradizionali per prostate di grosse dimensioni, prevedono un taglio sulla pancia per asportare la parte di prostata cresciuta.

Un’alternativa valida e non invasiva all’intervento tradizionale, è l’intervento attraverso il canale uretrale, senza pertanto alcun taglio sulla pancia. Oggi il laser è la tecnologia più evoluta e performante per gli interventi endoscopici di prostatectomia.

Presso gli Istituti Clinici Zucchi di Monza, è disponibile il laser Tulio di ultima generazione per il trattamento mininvasivo dell’ipertrofia prostatica.

Un’esperienza maturata dall’equipe urologica già dal 2011 e che viene messa al servizio dei numerosi chirurghi che giungono da tutto il mondo per frequentare i corsi di chirurgia laser organizzati dal Dott. Stefano Casellato e dalla Dott.ssa Serena Maruccia.

Un’attenzione al paziente ed una visione globale della funzionalità dell’apparato urinario, unita ad una tecnologia di ultima generazione, hanno reso in breve tempo il centro della Brianza un’assoluta eccellenza nel trattamento laser dell’ipertrofia prostatica benigna.

Leggi l’articolo su Ansa.it 

Leggi l’articolo sul Corriere dell’economia

ATTIVITÀ PIÙ RECENTI

In

Addio al Prof. Sergio Leoni, un Grande Uomo e Maestro

Al via il progetto “Urop Meets”a Settembre a Malta: Urop e la Societa Maltese di Urologia si riuniscono in una giornata di scambi culturali e scientifici.

Questo sarà il primo di una serie di incontri che vedrà Urop attiva anche in ambito internazionale.

In

Addio al Prof. Sergio Leoni, un Grande Uomo e Maestro

Al via il progetto “Urop Meets”a Settembre a Malta: Urop e la Societa Maltese di Urologia si riuniscono in una giornata di scambi culturali e scientifici.

Questo sarà il primo di una serie di incontri che vedrà Urop attiva anche in ambito internazionale.

In,

Le infezioni urinarie non complicate (IVUnc) del basso apparato urinario. (…oltre le Linee Guida)

Premessa sul tema dell’antibiotico resistenza.

Gli Antibiotici sono stati sicuramente una delle scoperte più importanti dell’uomo. Hanno reso possibile non solo lo sviluppo clinico ma anche sociale ed economico.

Purtroppo, oggi, la crescente resistenza agli antibiotici è diventata una minaccia per la salute pubblica in Europa e nel mondo. Solo 70 anni dopo la loro introduzione, siamo di fronte alla possibilità di un futuro senza antibiotici efficaci per diversi tipi di batteri che causano infezioni nell’uomo.

In,

Urologia, esperti salernitani al 15° congresso UROP

“L’applicazione sempre più ampia e risolutiva dell’intelligenza artificiale nelle applicazioni medico-chirurgiche e in particolare nell’urologia, prefigura scenari di interazione fino a ieri inimmaginabili: l’essere umano e la macchina si plasmeranno, entreranno in connessione, evolvendo insieme. L’uomo è già in grado di addestrare il computer, che così potrà, sulla base delle caratteristiche della persona, estrapolare tempestivamente le informazioni più utili per la cura, attingendo da una enorme mole di informazioni, con una modalità e tempi inimmaginabili per noi umani. Un’alleanza che non deve spaventarci, il computer è funzionale, supportando le decisioni terapeutiche del medico e del paziente.

© Copyright - Urop